Per noi che abbiamo conosciuto la siccità

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Il bene dunque sono i fiori,gli alberi,

le nostre braccia aperte,i baci,i fiumi,

i salmoni che li risalgono,la pioggia,

l’alba e la primavera,il vento

 

e i semi.

 

E’ quando noi sentiamo ai nostri piedi

la stella del mattino e della sera

e anemoni invece della mani.

Quando vogliamo che tutto si unisca

 

e si ami.

 

Per noi che abbiamo conosciuto la siccità

il cielo deserto,i greti dei torrenti

più che carcasse asciutti,le anime

murate dentro i corpi,altro bene

 

non c’è che conti.

© 2015 Giuseppe Conte

Search